BOLLO SU REGISTRI NAUTICI

Dubbi ci risultano essere sorti in merito alla applicazione o meno del bollo sulla numerazione e bollatura dei registri nautici.

Premesso che l’imposta di bollo è regolata dal DPR 642 del 26.10.72 ed in particolare per la vidimazione dei registri in genere dall’ art. 16 della Tariffa allegata al detto DPR.

L’art. 16 della Tariffa, rimandando l’applicazione del bollo solo per i libri contabili e, in caso sia previsto l’obbligo della bollatura o della vidimazione, per quei libri che  devono essere bollati dal Registro delle imprese o da un notaio,  qualche dubbio è sorto se la Capitaneria di porto potesse essere equiparata al Registro delle imprese.   

A tale proposito l’allora Ministero delle Finanze con propria Risoluzione n. 27 del 1/02/1995, in risposta ad apposito quesito  avente ad oggetto i registri nautici, ha chiarito che ogni qual volta la numerazione e la bollatura dei registri non sia  effettuata specificatamente dal Registro delle imprese o da un notaio, gli stessi non rientrano tra quelli soggetti all’applicazione del bollo.   

Alla luce di quanto sopra non può essere richiesta alcuna applicazione dell’imposta di bollo sui registri nautici (ruolo di equipaggio, registro dei rifiuti, registro  delle assenze di bordo  ecc..) vidimati dalla Capitaneria di porto.

Chi avesse necessità di aver copia della Risoluzione n. 27/1995 la può richiedere alla scrivente Federazione.

Il responsabile d’area

Dott. Pantaleo Silvestri