16.05.2014 ore 10:00 #FISCALE

Chiarimenti D.L. n. 66 del 24//04/2014 (bonus di 80 euro)

Alcune richieste di chiarimento sono pervenute alla scrivente da nostre imprese associate sulla modalità di recupero di quanto erogato ai marittimi imbarcati, per la corresponsione del bonus previsto dal D.L. n. 66 del 24//04/2014 (bonus di 80 euro a dipendenti e collaboratori).

Ricordiamo che oltre alla circolare n. 8 del 28/04/2014 anche l’INPS, con propria circolare n. 66 del 12/05/2014, ha puntualizzato che il sostituto d’imposta, per recuperare quanto corrisposto ai dipendenti, utilizzerà, fino a capienza, l’ammontare complessivo delle ritenute disponibili in ciascun periodo di paga e, per la differenza, i contributi previdenziali dovuti per il medesimo periodo di paga.  

Ciò ha creato qualche dubbio di merito in quanto, per i marittimi imbarcati sui natanti da pesca, il versamento dei contributi viene effettuato il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di competenza, creando, quindi, uno sfasamento temporale tra contributi versati e periodo di paga.

Possiamo confermare e rassicurare le imprese che il problema è stato superato con la risposta fornita dall’Agenzia delle Entrate, al punto 4.2 della circolare n. 9 del 14/05/2014, in cui è precisato che il recupero da parte del sostituto di imposta delle somme erogate ai dipendenti è effettuato in compensazione, utilizzando il codice tributo “1655“, con le somme a debito sul modello di pagamento F24.

Di conseguenza sono state eliminate priorità e/o limitazioni per il recupero di quanto corrisposto dal datore di lavoro, in aggiunta alla retribuzione, se non gli adempimenti di cui all’articolo 1 del decreto legge n. 66/2014.

Per ulteriori chiarimenti contattare:

Resp. Politiche Fiscali: Dott. Pantaleo Silvestri pantaleo.silvestri@federpesca.it;

Resp. Area Lavoro: C.d.L. Giovanni Silvestri giovanni.silvestri@federpesca.it;