PROROGA SOSPENSIONE CARTELLE DI PAGAMENTO DOVUTE ALL’ AGENZIA DELLA RISCOSSIONE

A richiesta dei nostri associati cerchiamo di fare il punto sulla proroga dei pagamenti delle cartelle sospese a seguito dell’epidemia da Covid-19.

Come è noto diversi sono stati gli interventi dell’Esecutivo finalizzati ad alleviare le difficoltà economiche rivenienti dall’emergenza pandemica, ancora in atto, tra i quali ricordiamo gli atti della riscossione. Gli interventi hanno riguardato il decreto Cura Italia, il decreto n. 3/2021, n. 7/2021, il decreto Sostegni n. 41/2021 ed infine il Sostegni bis decreto n. 73/2021 in vigore dallo scorso 26 maggio.

L’articolo 9 del Sostegni bis ha previsto la sospensione dei termini di versamento delle entrate tributarie e non tributarie, scadenti nel periodo dall’8 marzo 2020 al 30 giugno 2021, derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti la riscossione nonché degli avvisi previsti dagli articoli 29 e 30 del dl. n. 78 /2020, convertito in. legge n. 122/2010 (avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate ai fini delle imposte sui redditi, dell’imposta regionale sulle attività produttive e dell’imposta sul valore aggiunto; recupero delle somme a qualunque titolo dovute all’Inps, anche a seguito di accertamenti degli uffici, con notifica di avviso di addebito con valore di titolo esecutivo). Quindi la proroga riguarda la sospensione dei termini di versamento derivanti da:

a)     Cartelle di pagamento emesse dagli Agenti la riscossione;

b)    Accertamenti Esecutivi emessi dall’Agenzia delle Entrate;

c)     Avvisi di addebito emessi dall’INPS;

d)    Avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per le imposte connesse alle impostazioni;

e)     Ingiunzioni emesse dagli Enti territoriali;

f)     Accertamenti emessi dagli Enti locali la cui riscossione è affidata agli Agenti della riscossione.

In base all’articolo 9 del D.L. Sostegni-bis i pagamenti di cui alle sopra citate lettere riferiti al periodo che va dall’8 marzo 2020 al 30 giugno 2021 devono essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e cioè entro il 31 luglio 2021 (scadente di sabato e prorogato al 2 agosto 2021). Alla stessa data sono sospesi i pagamenti delle rate relative alle dilazioni concesse dall’Agente della riscossione.

Nessuna procedura di recupero coattivo (es. ipoteca, pignoramento, fermo amministrativo ecc.) potrà essere esperita dall’Agente della riscossione durante il periodo di sospensione. La sospensione prevista dall’articolo 9 del DL Sostegni-bis prevede anche una proroga dei termini di notifica delle cartelle di pagamento con riferimento ai carichi relativi alle entrate tributarie e non, affidati all’Agente della riscossione durante il periodo della sospensione. Purtroppo nessun intervento particolare è stato previsto per consentire un pagamento graduale del debito accumulato, avendo la moratoria abbracciato un periodo superiore all’anno, intervento che ci auguriamo possa avvenire il prima possibile.

 

Dott. Pantaleo Silvestri