27.07.2012 ore 09:53 #VARIE

Pescherecci mazaresi prontamente liberati dalle Autorità egiziane

Grazie all’intervento immediato del Ministro Terzi, dell’Ambasciatore Pacifico e del suo staff diplomatico si è venuti a capo nell’arco di poche ore del fermo operato da una motovedetta egiziana nel pomeriggio scorso.
Le relazioni politiche e diplomatiche, frutto di un lavoro attento e tempestivo, hanno indotto il Governo egiziano a rilasciare i pescherecci che avevano operato – pur in assoluta buona fede – nella zona di 12 mg. marine contigua alle acque territoriali egiziane.
I comandanti dei cinque pescherecci hanno sottoscritto, prima del rilascio, formale impegno al rispetto delle acque sottoposte alla sovranità giuridica ed economica dell’Egitto.
Un risultato importantissimo che si ascrive ad un intervento encomiabile
commenta Luigi Giannini, DG Federpesca “al quale corrisponderemo con una
costante azione di sensibilizzazione della nostra Marineria mazarese a leggere in
modo nuovo e diverso le opportunità che i Paesi della sponda Sud del
Mediterraneo offrono a seguito del loro riscatto verso la democrazia
”.
E’ il ruolo che appartiene alla rappresentanza delle imprese e a nessun altro,
perché ad esse incombono direttamente i risultati economici ed il prezzo di una
alea senza pari
” conclude Giannini.