OGGETTO: PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA E DI NORME EMERGENZIALI

A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del DL n. 105/2021, recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche” che ha prorogato al 31 dicembre 2021 lo stato di emergenza connesso al COVID-19 si fa presente che:

  • il prolungamento dello stato di emergenza comporta anche la proroga di tutti i certificati, attestati, permessi e atti abilitativi comunque denominati (in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021), che conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza e, quindi, fino al 31 marzo 2022 (art. 103, co. 2 del DL n. 18/2020)[1].

[1] L’Art. 103 del DL 18/2020 così come modificato dall’articolo 3-bis del DL 125 del 2020 8 del 2020 convertito con modificazioni con la legge 27 del 2020 prevede che:

[…]
2. Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i termini di inizio e di ultimazione dei lavori di cui all’articolo 15 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19*, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza. La disposizione di cui al periodo precedente si applica anche alle segnalazioni certificate di inizio attività, alle segnalazioni certificate di agibilità’, nonché alle autorizzazioni paesaggistiche e alle autorizzazioni ambientali comunque denominate. Il medesimo termine si applica anche al ritiro dei titoli abilitativi edilizi comunque denominati rilasciati fino alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza
”.