15.12.2016 ore 11:06 #FISCALE

Legge di Bilancio 2017

Il disegno di legge di Bilancio 2017, definitivamente approvato dal Senato, è costituito da un solo articolo, con 638 commi, comprendente una serie di diposizioni per le imprese anche di carattere fiscale.

E’ stata inserita, tra l’altro, l’imposta sul reddito di impresa – IRI – già prevista dalla delega, rivolta in particolare agli imprenditori individuali ed alle società in nome collettivo, in accomandita semplice in regime di contabilità ordinaria, previa opzione in tal senso.

Altro intervento innovativo è la previsione del regime di cassa, ai fini della tassazione delle imprese così dette minori, assoggettate alla contabilità semplificata.

In particolare gli interventi per il settore delle pesca riguardano:

Per quanto attiene all’ultimo punto trattasi dell’ennesimo intervento per il settore della pesca costiera riferito agli sgravi contributivi per il personale imbarcato.

Già la legge di stabilità 2013 – legge 24/12/2012, n. 228 – all’art. 1, comma 74, aveva previsto la corresponsione dello sgravio nella misura del 63,2 per cento per gli anni 2013 e 2014; del 57,5 per cento per l’anno 2015 e del 50,3 per cento a partire dall’anno 2016. Si pensava che le modifiche fossero terminate e che quest’ultima percentuale ( 50,3 ) fosse ormai a regime. Purtroppo quest’ultimo intervento (riduzione dell’ 1,6 per cento) è sembrato una ripresa delle riduzioni che ormai ci accompagnano da anni; sarà opportuno, cosa che la scrivente federazione ha già proposto al legislatore, fermare questo stillicidio data l’estrema importanza dello sgravio per il settore.

Il Responsabile dell’Area Fiscale
( dr. Pantaleo Silvestri )