12.01.2017 ore 20:50 #NEWS

Indicazioni ed istruzioni operative per la Cassa Integrazione Guadagni in deroga per il settore Pesca relativamente all’anno 2016.

Con circolare n.177 del 13 settembre 2016 l’Inps ha fornito indicazioni ed istruzioni operative per la Cassa Integrazione Guadagni in deroga per il settore Pesca relativamente all’anno 2016.

Con messaggio n.75 del 09.01.2017 l’Istituto fornisce ulteriori precisazioni sulle modalità di presentazione delle domande, stabilendo che il limite di concessione del beneficio per lo stesso anno 2016 è di tre mesi.

Tuttavia, la tipicità del settore, le diverse tipologie di pesca e la diversità di fermo biologico tra gli areali, fanno si che le imprese entro un brevissimo spazio di tempo ( 30 gennaio 2017 ) saranno sottoposte ad una serie gravosa di adempimenti.

In sede di presentazione delle domande le imprese potranno richiedere un unico periodo continuativo di intervento della durata non superiore a tre mesi presentando un unico modello SR100, oppure potranno richiedere più interventi per periodi non continuativi anche a carattere giornaliero, sempre nei limiti dei tre mesi, a cui le imprese dovranno  purtroppo obbligatoriamente presentare altrettanti e corrispondenti modelli SR100.

Consapevole della farraginosità degli adempimenti e del tempo entro cui farvi fronte, Federpesca ha preso immediati contatti con la Direzione Generale dell’Inps per esprimere il proprio dissenso e cercare qualche soluzione alternativa. Di contro la Direzione Generale INPS ha sostenuto che quanto richiesto è in perfetta linea con il Decreto Interministeriale n. 83473 del 01 agosto 2014, che è la sola possibilità  concessa per il settore della pesca di ottenere più interventi di cassa integrazione per periodi non continuativi. Tutto ciò, a parere della Direzione Centrale Inps rappresenta un’opportunità per il settore.

Per effetto di quanto sopra Federpesca ha aderito di presentare, con le parti sociali, un documento unitario richiedendo al Ministero del Lavoro e alla Direzione Generale INPS un urgente incontro chiarificatore.