IMPOSTA DI BOLLO SULLE FATTURE 8/BIS DPR 633/72

Dal momento che ci arrivano richieste di chiarimenti sulla applicazione o meno dell’imposta di bollo sulle fatture emesse ai sensi dell’art. 8/bis per imbarco di provviste e dotazioni di bordo, ricordandovi che sull’argomento ci siamo già espressi tempo addietro e che l’iva e l’imposta di bollo sono tributi alternativi (l’assoggettamento ad iva esclude l’applicazione dell’imposta di bollo) e che il bollo è dovuto solo in caso in cui l’importo della fattura supera i 77,47 euro, ribadiamo quanto a suo tempo detto.

L’articolo 15, comma 3 della tabella allegato B del DPR 642/72. prevede, tra l’altro, l’esenzione dall’imposta di bollo sulle fatture relative alle esportazioni di merce.

In merito alle fatture emesse senza iva a sensi dell’art. 8/bis del DPR 633/72 è intervenuta l’Agenzia delle Entrate con propria risoluzione  del 17 gennaio 2014 in cui, in risposta ad apposito quesito del Comando Generale delle Capitanerie di Porto così si è espressa: ” per le fatture emesse nei confronti degli armatori per l’imbarco sulle navi di provviste e dotazioni di bordo le stesse sono esenti dall’imposta di bollo a norma dell’art. 15 della tabella B allegata al DPR 642/72 sempre che dette forniture possano ritenersi inerenti alla realizzazione dell’esportazione di merci.”

Quindi per l’Agenzia delle Entrate il non assoggettamento al bollo si verifica solo nel caso di inerenza dell’acquisto alla operazione di esportazione (operazioni non imponibili per esportazioni di merci: art. 8 lettera a) e b) DPR 633/72). Saranno, pertanto, sempre soggette alla marca da bollo ( euro 2,00 ) tutte le fatture emesse sia in forma cartacea che elettronica aventi importo complessivo superiore a euro 77,47 per operazioni non imponibili assimilate alle cessioni all’esportazione. (art. 8-bis, DPR n. 633/72).

Dott. Pantaleo Silvestri

(area Fiscale Federpesca)