26.07.2017 ore 14:55 #NEWS

Fermo Pesca 2017: ancora nessun provvedimento a 48 ore dal blocco

FEDERPESCA – Fermo pesca 2017: a 48 ore dal blocco della pesca, ancora nessun provvedimento in Gazzetta Ufficiale
26.07.2017 h. 14.50

Mancano poco più di due giorni all’avvio dell’interruzione della pesca per “motivi biologici” nei Compartimenti marittimi da Trieste ad Ancona e da Manfredonia a Bari, ed ancora nessun provvedimento amministrativo risulta emanato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Provvedimento, la cui efficacia giuridica è subordinata alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
E’ assurdo che una misura ricorrente annualmente debba essere formalizzata senza un congruo preavviso per le imprese del settore, che su tale interruzione devono programmare la sospensione delle attività di pesca, il rientro in porto, lo sbarco delle attrezzature e tutti gli adempimenti disposti dall’Amministrazione.
Con il rischio che eventuali inadempienze – anche minime – siano sanzionate pesantemente, comportando tra l’altro, l’esclusione dal percepimento della già modesta indennità ad imprese ed armatori.

Nel merito, Federpesca rileva che a tutt’oggi non sono state neppure erogate le indennità dovute per il fermo pesca effettuato negli anni 2015 e 2016. Nelle scorse ore è stato pubblicato sul sito web del Ministero una graduatoria provvisoria, riferita alla sola annualità 2015, largamente incompleta, senza che siano stati resi noti i criteri di esame delle istanze presentate.

Il provvedimento relativo al fermo pesca 2017 non affronta neppure previsioni certe sulle indennità spettanti ai lavoratori imbarcati per l’interruzione obbligatoria, mentre risultano già a rischio le indennità alle imprese, stante l’incertezza delle valutazioni della Commissione europea in ordine ai piani di gestione prorogati per l’ennesima volta.

Nessuno si meravigli della delusione e del disagio dilaganti nel settore.