FEDERPESCA SCRIVE AL MINISTERO PER AVERE CHIARIMENTI SU DECRETO PICCOLI PELAGICI: UN’IMPRESA DI PESCA CHE ESERCITA LA PESCA DEI PICCOLI PELAGICI PUO’ OSSERVARE IL FERMO PREVISTO PER LO STRASCICO (DM 173/2019) E ACCEDERE AI CONTRIBUTI FEAMP PER RICEVERE L’INDENNITA’.

Alla luce del combinato disposto dei commi 10 e 11 dell’art. 7 del D.M. n. 407 del 26 luglio 2019, si conferma  che una impresa di pesca che esercita la pesca attiva dei piccoli pelagici con il sistema volante , laddove autorizzata in licenza anche all’utilizzo del sistema strascico, pur se di norma non soggetta alle disposizioni di cui all’art. 2 del D.M. 173 del 30 aprile 2019 (cfr art. 10), possa osservare comunque, nell’anno 2019, il periodo di arresto temporaneo obbligatorio di cui all’art. 2 del D.M. 173 del 30 aprile 2019 e possa altresì accedere ai contributi di cui all’art. 33 del FEAMP a condizione che abbia effettuato le misure di cui agli artt. 5, comma 1 e 6 del predetto decreto (misure tecniche e misure tecniche successive all’interruzione temporanea).