FEDERPESCA CHIEDE A MINISTERO CHE VENGANO CONSIDERATE COME GIORNATE DI FERMO AGGIUNTIVO QUELLE EFFETTUATE TRA GENNAIO E MAGGIO 2019 COME EVIDENZIATO DA STRUMENTI BLUEBOX E LOGBOOK

In relazione alle previsioni relative all’arresto temporaneo obbligatorio aggiuntivo (art. 3 del D.M. n.173 del 30.04.2019), considerato che il decreto  riguarda tutta l’annualità 2019 e non solo le mensilità successive alla pubblicazione del decreto stesso, abbiamo chiesto al Sottosegretario Manzato e al Direttore Rigillo che vengano considerate, ai fini del conteggio delle giornate aggiuntive di fermo, tutte quelle giornate comprese nei mesi tra gennaio e maggio 2019 in cui sia possibile dimostrare, tramite le evidenze del logbook e/o della bluebox, che le unità da pesca non hanno esercitato l’attività.

Diversamente, considerando un prolungato periodo di avverse condizioni meteo come quelle che hanno caratterizzato tutta la prima parte del corrente anno, fino a tutt’oggi, e che hanno ostacolato, se non impedito, l’esercizio dell’attività di pesca, le conseguenze di detta previsione potrebbero essere devastanti, comportando un sensibile intensificarsi delle condizioni di rischio nel quale verrebbe ad esercitarsi l’attività di pesca, con intuibili conseguenze sulla salute e sicurezza del lavoro a bordo delle unità da pesca.