06.06.2012 ore 12:27 #VARIE

Esiti riunione fermo pesca

Si è svolta ieri una riunione convocata d’urgenza dalla direzione generale della pesca in materia di fermo pesca 2012.

Il direttore Abate ha comunicato che si sono resi disponibili, grazie all’intervento delle Regioni, fondi sufficienti per un fermo pagato per le imprese ed i marittimi per 30 giorni.

La proposta del Ministero è quella di fermare da Trieste a Gallipoli dal 16 luglio al 3 settembre pagando 30 giorni ad imprese e lavoratori. Per il Tirreno e Ionio, invece, si proporrebbe lo stop dal 20 agosto al 30 settembre, pagati 30 giorni. Per le misure post-fermo, in Adriatico, si profilerebbe una riduzione di soli 3 giorni lavorativi a settimana per le 10 settimane successive al periodo di interruzione. La Sicilia sarebbe chiamata ad individuare le date del proprio fermo.

L’intenzione dell’Amministrazione è quella di presentare lo schema di fermo pesca 2012 alla Commissione Consultiva Centrale del 19 giugno. Nella stessa riunione si dovrebbe essere chiamati a pronunciarsi sulla proposta della direzione generale, presumibilmente restrittiva, in merito alle reti americane (gemelle).