05.05.2017 ore 20:33 #NEWS

EMENDAMENTI PRESENTATI DA FEDEREPESCA AL TESTO UNIFICATO “ INTERVENTI PER IL SETTORE ITTICO”

Sono stati presentati da Federpesca e pubblicati dalla XIII Commissione Permanente Agricoltura della Camera A.C. 338 – interventi per il settore ittico –  n. 18 emendamenti.

In particolare gli interventi prevedono: l’estensione dell’opzione per l’esercizio di attività di pescaturismo anche alle attività professionali della pesca d’altura; una maggiore razionalizzazione dei Distretti di Pesca, coordinandone le attività con i Distretti istituiti a livello regionale e/o Flag e Gal operanti nelle aree interessate; assicurare una gestione più razionale degli Organismi di Gestione della Pesca nelle aree marine omogenee ( GSA ); modifica al DLgs 9 gennaio 2012 n. 4 per meglio dimensionare le sanzioni pecuniarie e renderle più proporzionali alla effettiva gravità delle infrazioni commesse; delega al Governo per riordinare una reale ed efficacia riorganizzazione amministrativa di tutte le norme di carattere comunitario e di recepimento nazionale in materia di pesca ed acquacoltura; ampliamento della gamma di intervento del fondo per lo sviluppo della filiera ittica al fine di incentivare il consumo di prodotti ittici e la riduzione della filiera; eliminazione della Tassa di Concessione Governativa dovuta per la detenzione a bordo di apparecchi televisivi; intervento interpretativo in merito alla applicazione della Tassa di Concessione Governativa relativa alle licenze di pesca; estensione  delle agevolazioni previste per le ZFU al settore della pesca e dell’acquacoltura; una più precisa distribuzione della quota incrementale di pesca del Tonno Rosso assicurando una quota adeguata di contingente indiviso per le catture accessorie o al superamento accidentale di quantitativi precedentemente assegnati; modifica alla vigente disciplina che consente la tenuta dei registri solo agli uffici compartimentali sedi di Direzione Marittima ripristinando il sistema originario di cui all’art. 146 del Codice di Navigazione.

Infine sono stati presentati emendamenti aventi ad oggetto l’abrogazione del ticket di licenziamento per la gente di mare, l’estensione per gli anni 2015 e 2016 della CIGS in deroga ai proprietari, agli armatori e amministratori di società armatrici imbarcati su unità da pesca, rifinanziamento del Fondo di Solidarietà per il settore pesca ( FOSPE ) prevedendone una maggiore dotazione iniziale ed una a regime al fine di assicurare al settore un sistema di ammortizzatore sociale che garantisca il sostegno al redito nei casi specificati dalla norma.

Specifico emendamento è stato presentato per migliorare, in termini di sicurezza, l’organizzazione del lavoro a bordo dei pescherecci, prevedendo la possibilità dell’impiego del marinaio multifunzionale durante il necessario riposo del Comandante.

E’ prevista la discussione di tutti gli emendamenti presentati, il prossimo 11 maggio presso la Commissione Permanente Agricoltura della Camera dei Deputati.