FERMO PESCA COMPARTIMENTI DA TRIESTE AD ANCONA

Federpesca, insieme alle altre associazioni e alle Organizzazioni Sindacali, scrive al Sottosegretario On. Manzato, per chiedere il prolungamento di una settimana del fermo nei compartimenti marittimi da Trieste ad Ancona, computando i giorni eccedenti nei giorni “aggiuntivi” previsti dal D.M. 173/2019. In questo modo il fermo che si propone di attuare per l’areale compreso fra Trieste ed Ancona è quello compreso dal 29 luglio al 06 settembre.

PROGETTO “UN MARE DI INCLUSIONE”

Federpesca in collaborazione con l’agenzia formativa e di servizi per il lavoro Per Formare S.r.l., IPRS (Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali) e Unieda (Unione italiana di educazione degli adulti) organizza un percorso formativo a bordo dei pescherecci di Fiumicino per giovani che non studiano e non lavorano di età compresa tra i 18 e i 29 anni, residenti nel Municipio X di Roma o nel Comune di Fiumicino.

Un’opportunità di formazione per conoscere il mondo della pesca e vivere il mare!

TRISTE PERDITA

E’ scomparso questa notte Lorenzo Melchiorri, indimenticabile professionista al servizio delle imprese di pesca nella marineria di Fiumicino.

Il Presidente di Federpesca, con i componenti del Consiglio Direttivo, della Giunta esecutiva e dello Staff, si unisce al cordoglio della Famiglia e di quanti nel mondo della pesca lo hanno conosciuto ed apprezzato.

FEDERPESCA CHIEDE A MINISTERO CHE VENGANO CONSIDERATE COME GIORNATE DI FERMO AGGIUNTIVO QUELLE EFFETTUATE TRA GENNAIO E MAGGIO 2019 COME EVIDENZIATO DA STRUMENTI BLUEBOX E LOGBOOK

In relazione alle previsioni relative all’arresto temporaneo obbligatorio aggiuntivo (art. 3 del D.M. n.173 del 30.04.2019), considerato che il decreto  riguarda tutta l’annualità 2019 e non solo le mensilità successive alla pubblicazione del decreto stesso, abbiamo chiesto al Sottosegretario Manzato e al Direttore Rigillo che vengano considerate, ai fini del conteggio delle giornate aggiuntive di fermo, tutte quelle giornate comprese nei mesi tra gennaio e maggio 2019 in cui sia possibile dimostrare, tramite le evidenze del logbook e/o della bluebox, che le unità da pesca non hanno esercitato l’attività.

Diversamente, considerando un prolungato periodo di avverse condizioni meteo come quelle che hanno caratterizzato tutta la prima parte del corrente anno, fino a tutt’oggi, e che hanno ostacolato, se non impedito, l’esercizio dell’attività di pesca, le conseguenze di detta previsione potrebbero essere devastanti, comportando un sensibile intensificarsi delle condizioni di rischio nel quale verrebbe ad esercitarsi l’attività di pesca, con intuibili conseguenze sulla salute e sicurezza del lavoro a bordo delle unità da pesca.