19.02.2013 ore 16:41 #VARIE

AREA MARINA PROTETTA TORRE DEL CERRANO

Federpesca parteciperà al Tavolo tecnico del 28 febbraio con la sua Delegazione.

Il Tavolo tecnico indetto dalla Presidenza dell’AMP di Torre del Cerrano sarà un passaggio determinante per definire il rapporto tra la categoria di pesca interessata, quella che esercita la raccolta delle vongole a mezzo di draghe idrauliche, e l’Ente regolatore.
Un rapporto che, pur nel rispetto dei principi di legalità, non può ignorare le ragioni di un’attività economica radicata nel teramano e che produce reddito ed occupazione oggi insostituibili.
Il Tavolo – con il contributo propositivo dei rappresentanti del COGEVO – dovrà affrontare la necessaria sperimentazione all’interno delle aree perimetrate, finalizzata alla verifica della sussistenza di reali interessi ambientali da tutelare.
“In un momento così difficile sotto il profilo economico e sociale, le ragioni della tutela dell’ambiente marino, certamente superiori, devono essere puntualmente verificate e non assunte dogmaticamente in assenza di evidenze scientifiche aperte al contraddittorio” dichiara Luigi Giannini, direttore di Federpesca, che guiderà la Delegazione al Tavolo.