21.02.2014 ore 10:52 #NEWS

Area marina protetta “Regno di Netturno”

Il TAR accoglie il ricorso presentato da Federpesca in difesa delle marinerie da pesca del golfo di Napoli annullando il decreto istitutivo dell’area marina protetta in questione ed il correlato regolamento di esecuzione che disponeva il divieto di pesca a cianciolo nella Zona C e subordinavano lo stesso tipo di pesca ad autorizzazione nella Zona D.

In particolare è stato rilevato il difetto di partecipazione delle organizzazioni di categoria nell’iter istruttorio condotto dal Ministero dell’Ambiente finalizzato all’istituzione dell’area marina e l’indiscriminato divieto di pesca professionale con il cianciolo che non assumeva invece alcun impatto negativo sull’ambiente e le risorse marine.

Federpesca esprime profonda soddisfazione per la pronuncia del tribunale amministrativo che valorizza il ruolo delle associazioni nazionali di categoria a tutela dei legittimi interessi del comparto e rende giustizia di un’attività produttiva ed economica, quella esercitata dalle imprese di pesca, troppo spesso dipinta come predatoria e poco rispettosa dell’ambiente.

Federpesca ritiene che sia stato compiuto un decisivo passo in avanti  per sgombrare il campo da grossolani pregiudizi, nei confronti dei pescatori, molto spesso creati ad arte per favorire interessi non sempre trasparenti.