BANDO ISI 2018

L’INAIL dando seguito a numerosi incontri con  FEDERPESCA,  per la prima volta inserisce il nostro settore come beneficiario dei fondi riservati ai bandi ISI (fondi dedicati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro). Lo fa includendo nell’asse 4 la pesca, riservandole uno stanziamento di 10 milioni di euro.

Per i progetti considerati ammissibili il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale pari al 65% delle spese finanziabili al netto dell’Iva.

Le domande dovranno essere presentate in modalità telematica, secondo quanto previsto dall’Istituto e consultabile dal sito istituzionale cui fare riferimento per qualsiasi ulteriore informazione.

C.d.L. Giovanni Silvestri
Responsabile Area Lavoro e Organizzazione

 

Per informazioni dettagliate é possibile consultare il seguente link:

<<Link>> BANDO ISI 2018

<<All.>> SLIDE AVVISO ISI PPSS

PESCA DEL PESCE SPADA – INTRODUZIONE DEGLI OBBLIGHI DI REGISTRAZIONE CATTURE PER I MOTOPESCA AUTORIZZATI

Si ricorda alla categoria interessata che il decreto 23.02.2018 del MiPAAF (allegato), prevede all’art.2, comma 3, che a decorrere dal prossimo 1° gennaio 2019 i comandanti di tutti i motopesca autorizzati alla cattura del pesce spada, a prescindere dalle dimensioni in lunghezza dell’imbarcazione, saranno obbligati ad adeguarsi alle vigenti disposizioni in materia di registrazione e trasmissione elettronica delle catture e delle conseguenti dichiarazioni di sbarco e trasbordo.

<<ALL.>> 2018.03.23 – Decreto 23 marzo MiPAAF – Pesca del pesce spada anche sportiva

NOVITA’ PER GLI ESCLUSI DALLA GRADUATORIA DEL FERMO PESCA 2016

In merito alla situazione relativa alle imbarcazioni escluse dalla graduatoria del fermo 2016 che sta mettendo in grande agitazione molte marinerie siciliane e per la quale abbiamo più volte chiesto un intervento da parte del Governo e del Direttore Generale sia di persona che tramite lettera formale, c’è finalmente qualche novità:

Il Direttore Generale è intenzionato a risolvere la questione ma è in attesa di un parere da parte della Commissione Europea che deve dare l’ok a procedere, vista la situazione eccezionale.

Dopo numerose sollecitazioni, il Ministero ha infatti presentato alla Commissione un parere che va nella direzione della soluzione da noi prospettata, superando un paradosso assurdo che sta mettendo in serissime difficoltà economica le imprese ittiche interessate.

Rimaniamo in attesa della risposta della Commissione ma dal Ministero ci dicono che non appena la soluzione verrà trovata sarà pubblicata una nuova graduatoria ad integrazione delle precedenti.

LEGGE DI BILANCIO 2019

La V commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla legge di bilancio 2019 denominato “ sostegno al reddito per i pescatori nel fermo biologico” con cui di fatto sono stati riproposti gli stessi interventi di cui alle leggi di bilancio 2017 e 2018, ma con decurtazione di alcuni importi.

In particolare è stato previsto:

  1. per i lavoratori dipendenti da imprese adibite alla pesca marittima, compresi i soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, è riconosciuta per l’anno 2019 una indennità giornaliera onnicomprensiva fino ad un massimo di 30 euro giornalieri e nei limiti di spesa di 11 milioni di euro, dovuta durante il periodo di sospensione dell’attività lavorativa, a causa di misure di arresto temporaneo obbligatorio;
  2. sempre per l’anno 2019, nei limiti di spesa di 2,5 milioni di euro, è riconosciuta una indennità giornaliera, fino ad un importo massimo di 30 euro e per un periodo non superiore a quaranta giorni in corso d’anno, nel periodo di sospensione dell’attività derivante da misure di arresto temporaneo non obbligatorio.    

Di fatto quanto previsto dalla lettera b) è un incremento delle risorse previste nella precedente lettera a) la cui applicazione, tuttavia, non ha ancora trovato la esatta individuazione giuridica.

La stessa previsione normativa, con coperture finanziarie diverse (prima 7 milioni di euro, poi cinque e da ultimo 2,5 ) è stata fatta nelle leggi di bilancio per l’anno 2017, 2018 ed ora per l’anno 2019.

 

Il Responsabile dell’area Fiscale

Dr. Pantaleo Silvestri

 

AUTORIZZATA EROGAZIONE INDENNITA’ ARRESTO TEMPORANEO OBBLIGATORIO 2017

Con il Decreto Direttoriale n. 19 del 26 novembre 2018  del  Ministero del Lavoro,  è stata autorizzata  l’erogazione delle indennità giornaliere spettanti ai lavoratori dipendenti delle imprese adibite alla pesca marittima, nonché ai soci delle cooperative della piccola pesca (Legge n. 250/1958), che nel corso del 2017 hanno subito misure di arresto temporaneo obbligatorio delle attività di pesca, stabilite dalle competenti autorità marittime.

L’indennità giornaliera onnicomprensiva per il fermo pesca obbligatorio, è pari a € 30,00 e sarà erogata a circa 7.600 lavoratori, a seguito delle  di 2.365 istanze presentate tramite il sistema CIGSonline .

Il Decreto è stato trasmesso al Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo,  nel rispetto della procedura prevista dalla Convenzione in essere tra lo stesso Ministero e l’INPS. Il Ministero delle politiche agricole ha già provveduto a trasferire le risorse all’INPS che si occuperà di liquidare le domande direttamente ai soggetti interessati,  mediante accredito sul conto corrente del lavoratore.

NUOVO OBBLIGO REGISTRAZIONE DELLE CATTURE DELLA SPECIE ROSSETTO. DECRETO MiPAAFT 22 NOVEMBRE 2018

Si comunica che il  decreto 281 del 22 novembre 2018 ha implementato le disposizioni sulla registrazione delle catture della specie rossetto.

Da oggi infatti i comandanti delle imbarcazioni del Piano di gestione nazionale per la pesca del rossetto, nei compartimenti marittimi della Toscana e della Liguria, nell’ambito della GSA 9,  sono obbligati alla compilazione di un nuovo foglio di cui all’allegato A dello stesso decreto.

Qui il testo del decreto e l’allegato da compilare.

<<ALL.>> Decreto 22 novembre MiPAAFT – Pesca del rossetto mappatura aree di pesca