MAZARA DEL VALLO: EMERGENZA PESCA

Gravissima situazione in atto a Mazara del Vallo per effetto del nubifragio e della piena del fiume Mazaro. L’enorme quantità di acqua ha determinato l’affondamento di piccoli pescherecci che, insieme ai detriti, hanno provocato l’interrimento dei fondali e la sostanziale impossibilità di entrata ed uscita dei pescherecci da Porto Nuovo. Federpesca ha già richiesto al governo nazionale ed a quello regionale l’apprestamento di interventi di emergenza.

PUBBLICAZIONE SECONDA GRADUATORIA PARZIALE FERMO 2016

Diffondiamo in allegato la seconda graduatoria parziale del fermo 2016.

<<ALL.1>> II graduatoria provvisoria ATE 2016

Nella graduatoria allegata mancano alcune imbarcazioni che sembrerebbero essere state escluse in quanto hanno presentato la manifestazione di interesse dopo la fine del periodo di fermo.

Una situazione che riteniamo possa essere facilmente superata in quanto il decreto sulle misure economiche dell’anno 2016 è stato pubblicato successivamente alla fine del fermo.

Alleghiamo, inoltre, il D.D. n.0011908 del 31/05/2018, con il quale è stata approvata la prima graduatoria parziale dei soggetti richiedenti ammessi all’aiuto pubblico relativo all’arresto temporaneo delle attività di pesca per l’anno 2016.

<<ALL.2>> Decreto approvazione 1 graduatoria fermo 2016

<<ALL.3>> I graduatoria ATE 2016

MATTIOLI E BOCCIA LANCIANO “CONFINDUSTRIA DEL MARE”

E’ il momento di dare vita ad una Confindustria del Mare, che raggruppi, sotto il cappello della confederazione di Viale dell’Astronomia, tutte le associazioni che già ne fanno parte e che a vario titolo fanno riferimento ad attività industriali legate all’ambito marittimo”. Lo ha annunciato il Presidente di Confitarma Mario Mattioli, in occasione dell’assemblea pubblica dell’associazione in corso a Roma. “Dobbiamo dare una voce forte e unitaria alle componenti industriali del nostro mare: armamento, terminal portuali, logistica, navalmeccanica, nautica e pesca – ha detto Mattioli -. Confitarma, con le altre associazioni confindustriali del settore Assiterminal, Assologistica, Assonave, Ucina e Federpesca, è pronta a costruire il primo nucleo industriale della ‘blue economy’ di Confindustria, che si candida fin d’ora ad essere il punto di riferimento per la futura strategia marittima e logistica al servizio del Paese”. Progetto in cui è impegnata direttamente la stessa Confindustria, come ha confermato il presidente Vincenzo Boccia: “Siamo d’accordo con Confitarma per dare vita ad una grande Confindustria del Mare e sviluppare al massimo grado la ‘blue economy’, in un Paese che è un grande porto naturale, avvantaggiato dalla sua posizione centrale tra Europa e Mediterraneo, aperto a est e a ovest. Un Paese che, per progredire, ha bisogno di infrastrutture, di aprire cantieri e non di chiuderli, di realizzare una grande politica per la crescita”.

 

 

Fonte ANSA:<<Link articolo>>