DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IVA A SEGUITO DELLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO DIGNITÀ

La legge n. 96 del 9 agosto 2018, di conversione del decreto legge n. 87 del 12 luglio 2018 – decreto dignità, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 186 del 11/8/2018 ha introdotto ulteriori norme di semplificazione in materia di iva.

Innanzi tutto è stato confermato che i dati relativi alle fatture emesse e ricevute al terzo trimestre del 2018 ( nuovo spesometro ) devono essere trasmessi entro il 28 febbraio 2019, unitamente a quelli dell’ultimo trimestre; in caso di trasmissione semestrale i dati del primo semestre dovranno essere inviati entro il prossimo 30 settembre, mentre quelli relativi al secondo semestre devono esser inviati entro il 29 febbraio 2019.

Una novità è stata prevista per le fatture emesse e ricevute da tutti i produttori agricoli prevedendone l’esonero della trasmissione delle relative comunicazioni e non più per i soli produttori agricoli operanti nelle zone montane, come precedentemente previsto.

L’articolo 11, comma 2 bis, della citata legge di conversione ha stabilito l’esonero dall’obbligo di annotazione delle fatture nei registri iva sia per le fatture emesse che per le fatture di acquisto per i contribuenti obbligati alla comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute. La disposizione sembra di non facile comprensione posto che le disposizioni vigenti dal 2019 non prevedono più l’obbligo di trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute a seguito della entrata in vigore della fatturazione elettronica obbligatoria per tutte le operazioni soggette ad iva.

In merito a tale punto è necessario che l’Agenzia delle Entrate intervenga per chiarire l’effettivo ambito di applicazione della diposizione, riconoscendo tale esonero per tutte le operazioni per le quali deve essere emessa la fattura elettronica.

La legge di conversione ha inoltre confermato che i compensi dei professionisti assoggettati alla ritenuta alla fonte ( art. 25 DPR 600/73 ) sono esclusi dal meccanismo della scissione dei pagamenti ( split payment ) per le prestazioni rese alla pubblica Amministrazione. L’esclusione opera per le operazioni la cui fattura è emessa a partire dal 14 luglio scorso.

Infine confermiamo il recepimento integrale, in sede di conversione, delle diposizioni di rinvio al 1° gennaio 2019 degli obblighi della fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti a soggetti iva presso gli impianti stradali di distribuzione.

 

Il Responsabile dell’area Fiscale

dr. Pantaleo Silvestri

FEDERPESCA AL TAVOLO DI CONSULTAZIONE PERMANENTE SULLA PESCA E L’ACQUACOLTURA

Oggi si è tenuta la prima riunione del tavolo di consultazione permanente della pesca e dell’acquacoltura convocato dal Sottosegretario On. Manzato.
Il tavolo ha lo scopo di essere molto operativo e di riunirsi mediamente ogni 15 giorni per trattare le problematiche inerenti il settore.
Tra le questioni trattate:
1- pagamento indennizzi 2016: a luglio hanno iniziato a liquidare le prime pratiche e l’obiettivo è di chiudere i pagamenti entro dicembre;
2- pagamento indennizzi 2017: si procederà ai pagamenti a partire da gennaio 2019 con l’obiettivo di recuperare i ritardi accumulati in questi anni;
3- fermo tecnico piccolo pelagici in Adriatico: sono state accolte le nostre proposte di modifica in tal senso:
– Da San Benedetto a Gallipoli dal 20 ottobre al 3 novembre
– Da Pesaro ad Ancona dal 6 ottobre al 20 ottobre
– Da Trieste a Rimini confermate le date dell’anno scorso dal 15 al 29 dicembre
4- Quanto alla deroga per la pesca nelle festività, è stata accolta la richiesta di Federpesca di formulare una proposta alla prossima riunione del tavolo permanente, sulla base delle indicazioni che nasceranno dal nostro incontro di martedì 18 con le OO.SS.
5- Da ultimo, ci siano pronunciati in modo drasticamente contrario alla pesca del polpo con l’attrezzo costituito da un tubo in pvc, attualmente non contemplato dalla nomenclatura ufficiale
Inoltre, per la prossima riunione, sono state accolte le richieste di Federpesca di inserire all’odg la necessità di dotare il settore di un ammortizzatore sociale e quella di revisionare il quadro sanzionatorio.

FEDERPESCA AUDITA DALLA COMMISSIONE AGRICOLTURA DEL SENATO DELLA REPUBBLICA

Nella giornata di ieri Federpesca è stata audita dalla IX Commissione- Agricoltura del Senato della Repubblica, riunitasi per conoscere le problematiche del comparto agricolo, agroalimentare e della pesca.

Federpesca ha ribadito come sia di fondamentale importanza andare avanti nel varo di una legge di riassetto complessivo del settore ittico. Le Commissioni parlamentari di merito della XVII^ Legislatura avevano iniziato un lavoro che, malgrado presentasse molteplici criticità, può rappresentare il veicolo normativo per affrontare questioni ritenute da Federpesca prioritarie, quali:

 – la necessità di dotare il settore di un ammortizzatore sociale, dal momento che in assenza di esso gli effetti negativi delle interruzioni del cicloproduttivo ricadono esclusivamente sulle imprese;

– l’esigenza di revisionare il sistema sanzionatorio;

– la scelta di una reale semplificazione amministrativa;

– sostegno finanziario e accesso al credito per le imprese di pesca;

– l’opportunità di introdurre forme di regolazione della competitività nel Mediterraneo;

– la revisione del sistema di gestione delle risorse ittiche.

POSITIVO INCONTRO CON IL COMANDANTE GENERALE DELLE CAPITANERIE DI PORTO

Nella giornata di ieri il Presidente di Federpesca è stato ricevuto dall’Amm. Giovanni Pettorino, Comandante Generale delle Capitanerie di Porto.

L’incontro, mirato ad uno scambio di vedute sulle relazioni in essere tra il Corpo ed il ceto armatoriale rappresentato da Federpesca, si è svolto in un clima molto costruttivo.

In particolare, l’Amm. Pettorino, da sempre molto vicino e sensibile al mondo della pesca, ha accolto positivamente la richiesta del Presidente Giannini di ripristinare il tavolo di confronto periodico tra i soggetti rappresentativi del settore ed il Comando Generale, con effetti certamente positivi per gli interessi pubblici ed imprenditoriali in campo.